Beaver, atleti contro la Fis: prima prova cancellata

4
1638

Miller guida la rivolta per due dossi ritenuti pericolosi

La prima prova sulla Birds of Prey / Golden Eagle di Beaver Creek è stata cancellata. Bode Miller e una delegazione di atleti hanno contestato a Guenther Hujara la presenza di due dossi pericolosi e chiesto l’intervento dei ‘gatti’ per addolcire quei passaggi. Alla risposta negativa della Fis la maggior parte degli atleti sono scesi lunga la pista disertando la prova. Così la prima prova è stata cancellata.

4 COMMENTI

  1. Si parla tanto di sicurezza con queste nuove regole della FIS e poi quando atleti di quel calibro che sciano dall'eta'di tre anni,riscontrano che ci sono dei punti della pista che potrebbero creare dei problemi di sicurezza,non vengono manco presi in considerazione,allora io dico solo una cosa sarebbe ora che questi padri padroni della coppa del mondo la smettano,Hujara sei ridicolo e fatti da parte….

  2. GRANDE BODE !! questo è un momento storico per lo sci, due realtà dello stesso mondo che si scontrano, non per la prima volta, ma finalmente i primi senza subire la solita supremazia dittatoriale della fis. Gli atleti giustamente pensano e badano alla loro incolumità senza farsi soggiogare. Peccato che solo una parte di loro ha rinunciato, ma almeno è servito a provocare una scelta per garantire sicurezza e speriamo un processo di confronto. Certo che con la mentalità giustizialista di Hujara non l'avrà presa benissimo, chissà cosa succederà. Ne vedremo delle belle!!!