Rifinitura in Senales, Bassino la più veloce. Davanti a Brignone e… Shiffrin. Brunner in forma

Ultime indicazioni pre-Soelden dagli allenamenti di italiane e austriache con la campionessa americana invitata. Sul Rettenbach prima barratura in profondità, ora vedremo come verrà lavorata la pista alla vigilia

0
Marta Bassino (@FISI/Pentaphoto)

Ultimissime notizie dalla Val Senales, dove la squadra italiana (maschile e femminile) ha rifinito la preparazione in vista dei giganti di Sölden, prima tappa di Coppa del Mondo, previsti sabato 22 ottobre (donne) e domenica 23 (uomini). Attenzione alle novità: oltre ai team azzurri e austriaci, per una giornata si è vista anche Mikaela Shiffrin allenarsi (con il cronometro) su invito assieme a Brignone e compagne.

TEMPI – Indicazioni, quelle relative agli ultimi giri in allenamento, che vanno sempre prese “con le pinze”. Un anno fa di questi tempi Nadia Fanchini e Nicole Agnelli andavano molto forte in allenamento, Brignone faticava almeno in Senales, poi la gara disse tutt’altro. In ogni caso, ci atteniamo alle notizie. E le notizie ci portano a una Marta Bassino in super forma, nettamente davanti a tutte sul ghiacciaio sudtirolese, dove sono state allestite due piste. Quella utilizzata dalle ragazze, molto barrata, presenta un muro davvero simile al Rettenbach, con condizioni difficili, estreme. E la cuneese volava, ma ovviamente dovrà replicare il tutto possibilmente sabato, in gara.

LE ALTRE – Dietro “Bax”, ecco Federica Brignone e Mikaela Shiffrin, ma gli esperti fanno notare che entrambe stanno in realtà bene e forse si sono un po’ “nascoste”, soprattutto l’americana, a quanto si vocifera in forma strepitosa. Vedremo. Attenzione all’Austria: dallo staff del Wunderteam trapelano voci che darebbero Brunner al top, con Brem in difficoltà. Ma gli ultimi tempi in allenamento vedevano in realtà Eva-Maria ancora davanti a tutte tra le connazionali. Tornando alle azzurre, in recupero Elena Curtoni. Sensazioni discrete/buone per tutte le altre, Nadia Fanchini, Moelgg, Irene Curtoni, Marsaglia, Goggia. Anche Laura Pirovano stava sciando “forte”, ma l’ultimo stop per infortunio non ci voleva proprio

Tutto questo ovviamente in allenamento. La storia ci racconta poi una trama diversa in gara, dove la “testa”, la voglia di vincere, l’esperienza possono ribaltare pronostici e stati di forma. Nadia Fanchini, Manuela Moelgg e la stessa Federica Brignone, per esempio, sono sempre state atlete più da competizione (per fortuna) che non da training…