'Azzurrini', ma le nuove divise?

0
754

Siamo a dicembre ma per il momento non c'è traccia….

Fila, Vuarnet e adesso Kappa. Cambiano le aziende che forniscono il materiale alle squadre nazionali, ma i giovani azzurri si arrangiano come possono. Multicolori, raffazzonati, con le giacche dello scorso anno munite dei vecchi sponsor, con i windstopper degli sci club. E siamo a dicembre, ormai stagione piena per l’agonismo.  Cosa mancava ad esempio alla nazionale C a Bormio? Giacche, pantaloni, windstopper, mantelle, fascie, cappelli, per non parlare del tempo libero. Tute da gara? Qulcuno si, altri no. Ivan Codega con un windstopper non certo di ordinanza, Stefano Baruffaldi con la giacca della Vuarnet, Matteo Joris quella con gli sponsor vecchi tipo Fastweb, Matteo De Vettori con la mantella addirittura della Fila. Come è possibile?

Articolo precedenteI ragazzi di Joris crescono
Articolo successivoA Di Ronco la prima tappa del Grand Prix
Gabriele Pezzaglia
RESPONSABILE WEB - Milanese classe 1974, è giornalista pubblicista. Dal 2004 segue la Coppa del Mondo di sci, dal 2007 lavora con la Mulatero Editore. È responsabile sito web e area agonismo di Race Ski Magazine e inviato sul campo. Accreditato a tre Olimpiadi invernali: Torino, Vancouver e Sochi. Quando non è sulla neve, pedala...