Azzurri a testa bassa a Sestriere

0
58

Si salva solo Christof Innerhofer

Ha vinto in discesa a Bormio, ha sfiorato il podio nel superG iridato in Isere, è insomma stato protagonista nelle discipline veloci, Christof Innerhofer adesso anche in gigante coglie un risultato importante. Nella finish area della Kandahar Banchetta se la ride: “mi sono allenato tanto in gigante. Certo, nell’ultimo mese di gigante non ho fatto, ma adesso viene fuori il lavoro svolto con i tecnici in Argentina. Finalmente una bella gara nelle specialità tecniche. A tratti ho sciato bene anche ad Adelboden e Zagabria, ora finalmente è arrivato il risultato”. Moelgg non capisce il perché della seconda sessione: “Mi aspettavo qualcosa di più visto la prima. Non so, mi sono agganciato sulla neve più di una volta”. Il dt Claudio Ravetto allarga le braccia: “Non bene Manni e Blardo, hanno sofferto un pendio forse troppo dolce per loro. Tuttavia bisogna adattarsi sempre in ogni situazione, ed oggi la pista era preparata alla perfezione, e poi il sole.. Gli altri? Guardate Raich, lui va bene dappertutto. Noi no”. Il coach di Strona chiude su Innerhofer: “Se si allena ancora un po’ in gigante diventa sul podio ci sale in fretta”.
 

Articolo precedenteDomani la discesa a Tarvisio
Articolo successivoSempre più Lindsey Vonn
Gabriele Pezzaglia
RESPONSABILE WEB - Milanese classe 1974, è giornalista pubblicista. Dal 2004 segue la Coppa del Mondo di sci, dal 2007 lavora con la Mulatero Editore. È responsabile sito web e area agonismo di Race Ski Magazine e inviato sul campo. Accreditato a tre Olimpiadi invernali: Torino, Vancouver e Sochi. Quando non è sulla neve, pedala...