Azzurre in Bulgaria, debutto in superG per Bassino

4

Presentazione superG di Bansko – Duello Maze e Fenninger

Bansko crocevia della Coppa del Mondo 2014-2015? Non ancora, in realtà, perché probabilmente il duello Maze-Fenninger si risolverà solo alle Finali di Meribel, oltre metà marzo, ma certo la tappa bulgara mette in palio trecento punti con due superG, che al momento sembrerebbero favorevoli all’austriaca e la Combinata Alpina, nella quale Tina Maze potrà riprendersi quanto eventualmente lasciato, almeno in parte. 

DEBUTTI – In chiave Italia, il lungo weekend bulgaro offre novità importanti, come il debutto anche in superG (e, domenica, in Combinata Alpina, sempre con manche di superG), in Coppa del Mondo, del più grande talento dello sci alpino italiano, Marta Bassino, così come il ritorno in questa disciplina di Federica Brignone. Le azzurre sono sbarcate ieri a Bansko e oggi potranno sciare in pista. 

GARE – Il primo superG, che recupera quello annullato a Bad Kleinkirchheim, è previsto venerdì 27 febbraio alle ore 11. Il secondo sabato 28 alle 10.15, domenica 1 marzo ecco la prima e unica Combinata Alpina della stagione, in Coppa. In superG per l’Italia contingente pieno, con Nadia Fanchini, Daniela Merighetti, Verena Stuffer, Elena Curtoni, Francesca Marsaglia, Johanna Schnarf, Elena Fanchini, Federica Brignone e Marta Bassino. In Combinata toccherà invece a Marsaglia, Curtoni, Elena Fanchini, Schnarf, Brignone e Bassino. 

TV – Diretta TV per tutte le gare su RaiSport ed Eurosport. 
 

 

Articolo precedenteFinali CE, Svezia padrona nella notte del Pora
Articolo successivo'Renato Rosa' start area
REDATTORE - Milanese, 39 anni, laureato in Lingue, sposato con Laura e papà di Giulia, appassionato di tanti (troppi) sport da sempre, amante delle discipline americane, è transitato attraverso esperienze nei quotidiani (Il Giorno, per il quale scrive ancora, Tuttosport, freepress), in Radio (Radio 24, AGR), Internet (Leonardo) e dal 2009 ha trovato la sua dimensione come telecronista di diverse discipline (sci, nuoto, tuffi, scherma, pallavolo, pallanuoto ecc.) su Eurosport Italia. Ma continua ad amare anche la scrittura alla follia e dall'aprile 2014 collabora con Race ski magazine

4 COMMENTI

  1. Caro gusa si ammosciano perche' vengono coccolati e troppo protetti fare una sola disciplina e' follia pura!!! tutti gli atleti top di coppa ne fanno almeno due se non addirittura tre di discipline… e' ora che si sveglino tutti e dimostrino di valere la nazionale ,e' troppo poco fare il compitino in una sola disciplina

  2. caro ciccio condivido il tuo pensiero e rincaro la dose, infatti in questo paese per sopperire alla mancanza di professionalità e competenza degli addetti si ricorre al sensionalismo per buttare fumo negli occhi; così amiamo cibarci di carne fresca e non ancora frollata che rischia di rimanere indigesta. Mandiamo allo sbaraglio una Marta Bassino in superg (perchè bruciare le tappe) quando non è ancora pronta per il gigante Mondiale e una Federica che ha bisogno di confermarsi in tutte e due le manches di gigante, non certo di fare velocità. Non sappiamo lavorare con coerenza e imparare dagli errori(troppi)purtroppo i talenti quando arrivano in prima squadra si ammosciano, sapete dirmi perchè.

  3. Scelta per lo meno discutibile quella della Fisi. Marta avrebbe dovuto partecipare al GS dei NJC per rispetto ad una manifestazione anche a lei rivolta, per rispetto alle sue avversarie ed al movimento giovanile tutto. La sua sola presenza avrebbe, tra l’altro, fatto diminuire la penalità di circa 2 p. Ma forse è giusto così, come è giusto permettere a certi “big” di snobbare i C.I. ed ai “superbig” di rimbalzare il Team Event.