Assoluti a Tarvisio, Giovani a Pila

Pozza di Fassa ospiterà la rassegna Aspiranti

17

Tocca al Comitato Friuli Venezia Giulia organizzare i Campionati Italiani Assoluti 2014/2015. Le gare si svolgeranno a Tarvisio e saranno divise in due tronconi, come ormai accade da qualche anno. Il 30 dicembre sulla ‘Di Prampero’ si svolgerà lo slalom speciale in notturna con diretta su RaiSport della seconda manche. Dal 23 al 27 marzo invece le altre prove che assegneranno i titoli tricolori. Discesa e superG andranno in scena sempre sulla Di Prampero, mentre il gigante sulla Priesnig B.

GIOVANI A PILA – I Campionati Italiani Giovani si disputeranno invece in Valle d’Aosta, a Pila, dal 23 al 28 febbraio 2015. Ad organizzare la rassegna tricolore sarà lo sci club Aosta del presidente Massimo Raffaelli che si prenderà cura di tutte le gare maschili e anche di quelle femminili.

ASPIRANTI A POZZA DI FASSA – Le gare che assegneranno le medaglie Aspiranti si svolgeranno invece in Trentino, sulle piste di Pozza di Fassa. Anche in questo caso, gli organizzatori dello Ski Team Fassa allestiranno le prove per entrambe le categorie. Gli Aspiranti sono in calendario dal 14 al 19 marzo.

17 COMMENTI

  1. SI , la frase mia iniziale era sbagliata perchè non volevo parlare degli organizzatori del Fassa, che hanno fatto un eccellente lavoro, come tanti organizzatori delle diverse varie finali nazionali a cui ho partecipato. Per quando riguarda il fatto di accordi economici fra organizzatori ed alberghi in generale nelle varie manifestazioni e specialmente nelle categorie dei piccoli, diciamo che non è vero così siamo tutti più felici. Più volte in riunioni ho sentito la frase " i genitori sono vacche da mungere". Se poi Tu sei un organizzatore di eventi, un allenatore, un maestro, un albergatore o semplicemente un genitore multi figli e sei uno che fa invece di parlare, bene meglio per noi che le cose nello sci le subiamo.

  2. Sicuramente ci sono degli organizzatori virtuosi, però Talian sai meglio di me che non sempre è così. Sappiamo tutti che ultimamente i Camp. Italiani Assoluti non li voleva nessuno e poi dopo che Pozza si è fatta in quattro per fare una bella gara, adesso la vogliono tutti. Non raccontiamoci la storia del l'orso che l'organizzazione fa fatica ad andare in pari perché non è sempre così. Prendiamo come esempio l'attualissima vicenda Bormio / S. Caterina, davvero vogliamo credere che l'organizzazione si è fatta in quattro per il bene dello sport? Qualcuno su qualche post aveva nominato Cassiopea, cos'è? Chi c'è dentro?

  3. Caro Nibel, la tua frase non lasciava dubbi. Evocava scenari di coalizione fra Fisi, organizzatori ed albergatori, nel più puro stile italiano. Credo che questo modo di parlare sia dannoso perchè non costruttivo. Se vogliamo davvero cercare di cambiare questo paese dipende anche da noi e da come parliamo nelle cose anche di tutti i giorni. Se non sei daccordo su una gara come lo ski-cross nulla toglieva al tuo commento, che peraltro potrei anche condividere, tralasciare quella frase che, a mio parere, offende non solo chi si è sbattuto per organizzare quei campionati ma tutti quelli che per prima cosa "fanno" e poi, forse, parlano. Per quanto riguarda poi la mia esperienza come genitore che paga ti assicuto che di figli che sciano ne ho avuti tanti…

  4. @pescaemare quindi ricapitoliamo, ogni anno tutti parlano di raggruppare le gare e di cercare di far risparmiare le famiglie e secondo te, attraversare l'Italia per fare una gara sola e dormire 2 notti in hotel è normale? Sono curioso di sapere quanta gente tra presenti e spettatori tv guarderanno la gara.

  5. Caro Tallian ho forse scritto lo gli organizzatori non sono stati perfetti? Che le piste erano preparate male? che Canazei non è bella? No. Che cavolo c'entra se io ho mai organizzato qualcosa oppure no.
    Ho parlato di Fisi, ovvio che hanno obbligato lo ski team fassa ad organizzare lo ski cross. Ovvio che se aggiungo una gara allungo i costi per gli atleti e famiglie di un giorno per 3 persone, con spese per alberghi mangiare e ski pass che qualcuno sicuro incassa. Ma tu invece hai una vaga idea di cosa spenda una famiglia per mandare il figlio ed ovviamente seguirlo ad una manifestazione del genere?

  6. Scusate ma mi sembra che si sia persa un po' la misura!!!
    Stiamo parlando dei campionati italiani assoluti! E' giusto che fisi faccia il massimo e porti la manifestazione in giro per l'Italia in un momento di festa per gli italiani per cercare di promuovere 'sto sport.
    Non è una qualsiasi gara di circuito giovanile!
    E poi bisogna un po' rassegnarsi… l'Italia che scia è "larga" circa 700 km, da Tarvisio a Limone piemonte…. senza tralasciare Roccaraso come limite sud (più o meno non sparatemi!)che dista circa altrettanti…. quindi un po' su 'ste autostrade bisogna trottare…. certo che se il neo allenatore amico dello sci agonistico di nome Alessandro e cognome Benetton potrebbe regalare qualcosa a sti pulmini fisi che viaggiano sulle autostrade! Roda… bussa a quella porta….

  7. Per Nibel:"Così in barba a chi organizza niente notte in più in albergo." Domanda num 1: Secondo te la Federazione ha chiesto la gara di ski-cross per "favorire" gli organizzatori? Domanda num 2: Hai mai organizzato qualcosa?

  8. Di sicuro i Nazionali non si pagano l'albergo e ho dei dubbi anche riguardo al viaggio. Per fortuna i gruppi Militari possono appoggiarsi alle caserme che a Tarvisio e dintorni sono in abbondanza. Un atleta piemontese o valdostano immagino che partirà il 29, anche perché per fare una gara appena scesi dal pulmino dopo 7 ore di viaggio, se ne può fare a meno! Non so se la colpa sia di Fisi o organizzazione gare ma mi viene da ridere quando a fine stagione si fanno quelle riunioni dove ci si parla addosso: " dobbiamo migliorare i calendari, far spendere meno ai genitori, raggruppare le gare ecc." Poi in autunno, tutto dimenticato! E i comitati cosa dicono? Aoc e Asiva per lo meno, 1400 km (140 L di carburante x 1,6 = 224€ 150€ di autostrada) più albergo per 2 notti (ovviamente hotel allenatore a carico degli atleti) iscrizione o skipass perché ultimamente si paga. Un bel regalo di Natale per le famiglie. Ciccio hai ragione, i paganti dovrebbero rifiutarsi di andare.

  9. Quest'anno ai Campionati Italiani Children la Fisi ha aggiunto una titolo con lo ski cross, risultato? Sono partiti 15 ragazzi invece di 115, allenatori, genitori e ragazzi hanno pensato che lo ski cross non fosse una disciplina dello sci alpino e scendere in 4 per volta fosse pericolo e quindi tutti a casa o meglio a scuola. Così in barba a chi organizza niente notte in più in albergo.

  10. Caro Graf, spesso non condivido quanto scrivi, ma questa volta hai fatto centro!! Bisognerebbe che una volta tutti i "paganti" non si presentassero al cancelletto e lasciassero ai nazionali ed ai gruppi militari (che tanto navigano nell'oro) il proscenio. Non ci sono soldi ma ogni occasione è buona per spenderne di più ma soprattutto spenderli male. Comunque dove c'è qualcuno che paga c'è sempre qualcuno che incassa …… che tristezzaaaaaaaaaaa

  11. Bravi, ottima idea fare una gara sola per di più in notturna e in una località lontana da tutto. Così gli atleti non dovranno fare solo una notte in albergo ma due. Davvero un'idea geniale. Chi fa i calendari in Fisi? Probabilmente uno che non paga né alberghi né carburante.