Aspettando Simo

1

Inizia un mese fondamentale per il poliziotto di Rovereto

Un mese da Soelden o poco più. Davide Simoncelli, uno dei veterani azzurri delle ‘porte larghe’ è pronto per iniziare un’altra stagione agonistica. La prima gara di Coppa del Mondo nel 1999, una vita fa. Vittorie e podi, ma anche infortuni e sfortuna. Lo scorso inverno, dopo l’ennesimo infortunio, una stagione fra i big del gigante con un podio negli States ed un Mondiale corso da protagonista. 



LA CONDIZIONE DI SIMONCELLI – Come sta ‘Simo’? «Fra cinque settimane c’è Soelden, intanto adesso il 25 si parte per Saas Fee, poi ancora due periodi sui ghiacciai austriaci prima dell’esordio. In Argentina ho trascorso il solito periodo di training, anche se quest’anno le condizioni non erano proprio il massimo. Neve non eccessivamente dura, nevicava spesso. D’altronde il nostro sport si pratica all’aperto, stagioni così ci possono stare. Non posso dire di essere soddisfatto pienamente della trasferta sudamericana, anche se per certi versi non ero nemmeno io in una condizione brillante. Mi sentivo un po’ stanco, anche perchè forse da primavera mi sono allenato parecchio. Ora ho davanti un mese fondamentale, per trovare le giuste sensazioni in vista della prima gara della stagione». La stagione dei gigantisti è alle porte, aspettiamo ‘Simo’ per un altro capitolo di questa infinita avventura che culminerà con l’appuntamento olimpico.