Annullato per neve il gigante del Monte Pora

1
886

Domani si corre in slalom

Delusione nella tarda mattinata di oggi sulle piste del Monte Pora, quando si è avuta conferma della decisione di annullare la gara a causa delle cattive condizioni meteorologiche. Nonostante gli sforzi di tutti i tecnici ed organizzatori della gara – impegnati per diverse ore sin dal primo mattino per rimettere in sesto la pista ricoperta, dopo la fitta nevicata della notte, di ben 40 centimetri di neve fresca – dopo poco più di un’ora dall’inizio la giuria, formata dal delegato FIS Jean Louis Galinier, da Ennio Frigeni e Markus Waldner, ha deciso di interrompere ed annullare la gara poiché non erano garantite le necessarie condizioni di gara. Nebbia, pioggia e poi neve hanno reso la pista inagibile.
Soltanto 19 gli atleti che hanno portato a termine la gara, tra cui gli italiani Florian Eisath, secondo miglior tempo con 1.11.37, Omar Longhi, con 1.12.25, Michael Gufler, con 1.13.71, Wolfgang Hell, 1.14.56 e Adam Peraudo, con 1.15.70. Quattro atleti hanno provato a percorrere il tracciato senza però portare a termine la gara. Miglior tempo tra questi 19 atleti, è stato quello dell’austriaco Bjoern Sieber, con 1.10.67
A fare da apri pista in questa prima giornata di Coppa Europa, trofeo Percassi, Angelo Radici, atleta Master dello sci Club Radici Group, seguito da Giordano Magri, atleta di punta dello Sci club Radici Group e, infine, come terzo apripista, Ernesto Borsatti, recente campione Master, tecnico e allenatore dello Sci Club RadiciGroup.
Tra i 74 atleti presenti oggi e provenienti da 12 diversi paesi (Austria, Italia, Svezia, Norvegia, Francia, Svizzera, Germania, Finlandia, Gran Bretagna, Giappone, Slovenia e Giappone) c’erano nomi di rilievo come Christoph Noesig, austriaco attualmente al comando nel Gigante di Coppa Europa e lo svizzero Christian Spescha.

Siamo davvero dispiaciuta per quanto è successo oggi” – ha affermato Olga Radici, presidente dello Sci Club RadiciGroup, durante la riunione di giura svoltasi nel pomeriggio di oggi – “Un’occasione persa nonostante gli enormi sforzi che tutta la macchina organizzativa ha compiuto per preparare queste due giornate di Coppa Europa. Spero che domani gli slalomisti siano più fortunati. A loro il nostro in bocca al lupo affinché possano disputare una buona gara. Le previsioni meteo non sono delle migliori, ma siamo fiduciosi. Voglio ringraziare tutte le persone che si sono spese per questo evento e i nostri sponsor, dai principali – Percassi Group, Yara, Ribes, RadiciGroup – e tutti gli altri senza l’aiuto dei quali non sarebbe stato possibile realizzare l’evento.”
Confermata invece la gara di slalom (Trofeo Yara) in programma dalle 10 di domani. 

“Le previsioni meteo per domani non sono delle più confortanti, ma non ci spaventano” – ha affermato Ennio Frigeni, direttore agonistico dell Radici Group. “La pista, recentemente omologata dalla federazione internazionale e da poco intitolata a Fausto Radici, si sviluppa su un dislivello di 165 metri ed una lunghezza di circa 700 metri ed avrà circa una cinquantina di porte. A differenza del gigante, lo slalom prevede una velocità di percorrenza inferiore e non richiede una perfetta visibilità. Credo quindi che non ci saranno problemi nel disputare regolarmente la gara”.
Al cancelletto di partenza domani, tra i primi tre, il tedesco Stefan Kogler, l’azzurro Stefano Gross e Anton Lahdenperae. A fare da apripista tre atleti dello sci Club Radici Group: Giordano Magri, Nicolas Cagnoni e Daniele Sorio.
 

1 COMMENTO