Ancora Pinturault. Sua la leadership provvisoria a Kranjska Gora

Azzurri fuori dai dieci, dodicesimo Eisath e tredicesimo De Aliprandini, Nani non si qualifica per la seconda manche

0
Alexis Pinturault a Kranjska Gora
Alexis Pinturault ©Agence Zoom

Alexis Pinturault è inarrestabile. Anche nella prima manche del gigante di Kranjska Gora ha dimostrato di avere uno stato di forma eccezionale. Fluidità, qualche piccolo errore ma bravissimo e rapidissimo a recuperare, come un gatto. Il transalpino è al comando del gigante sloveno, prova che recupera quella annullata per maltempo a Garmisch. Solo 54 secondi di manche perché poco prima del via la partenza è stata abbassata. In Slovenia è infatti arrivata tanta neve e il manto nevoso nella parte alta non era così compatto. L’organizzazione, che ha lavorato quattro volte la pista negli ultimi giorni, anche questa mattina ha provato a sistemare in extremis la traccia. Acqua e sale per cercare di indurire, poi la decisione della giuria di abbassare lo start. Neve dura, neve molle, pendio facile, pendio ripido, nulla cambia. Pinturault è lì davanti e guarda tutti dall’alto. Al secondo posto c’è un grandissimo Philipp Schoerghofer. L’austriaco è la sorpresa di giornata, si è ritrovato con i materiali ed è secondo a 34/100 dal francese. Terza posizione provvisoria per il tedesco Felix Neureuther, a 51/100, con quarto il francese Thomas Fanara (+0.69) e quinto Victor Muffat-Jeandet, a 76/100. Sesto Henrik Kristoffersen e settimo Marcel Hirscher.

AZZURRI FUORI DAI DIECI – Anche oggi gli azzurri sono fuori dai primi dieci dopo la prima manche. Il migliore è Florian Eisath, dodicesimo a 1”31 dalla vetta. Bravo Luca De Aliprandini, autore di una buona manche con il pettorale 24. ‘Finferlo’ è tredicesimo a 1”42. Diciannovesima posizione per Manfred Moelgg, a 1”59 e ventunesimo Riccardo Tonetti, a 1”66. Brutta prova di Roberto Nani, qualche arretramento e una cattiva interpretazione lo hanno tenuto lontano dalle prime posizioni, addirittura fuori dai primi trenta. Per Nani quindi niente seconda manche. Peccato per Massimiliano Blardone, uscito, dopo avere avuto due ottimi parziali. Avrebbe potuto essere tranquillamente nei primi quindici, poi a poche porta dall’arrivo l’uscita di pista. Non qualificati anche Andrea Ballerin (38°), Alex Zingerle (47°) e Daniele Sorio (63°).