Anche a Beaver Creek detta legge Ted

1
824

Fantastico terzo posto di Simoncelli, quarto Moelgg

Cambia la pista, la quota e la lunghezza, ma nel gigante davanti c’è sempre Ted Ligety e i distacchi rimangono importanti. Un gigante in tutti i sensi lo statunitense, che tra le porte larghe di Beaver Creek rifila 1.76 a Marcel Hirscher. Ma in Casa Italia c’è da gioire per il terzo posto di Davide Simoncelli e il quarto di Manfred Moelgg. Buona anche la seconda manche di Max Blardone, che recupera nove posizioni e finisce al nono posto. Grandissimo recupero per Aksel Lund Svindal, dal diciassettesimo al sesto posto. Punti importanti per la Coppa, anche se Ligety, con i quarti posti nei superG, è un avversario temibile. Tredicesimo Kostelic. Gli altri azzurri: venticinquesimo Florian Eisath. Al quinto posto Alexis Pinturault, al settimo Kjetil Jansrud e Fritz Dopfer, al decimo l’austriaco Christoph Noesig. 

Articolo precedenteTutta la soddisfazione di Theolier
Articolo successivoBeaver Creek: ecco gli highlights
Gabriele Pezzaglia
RESPONSABILE WEB - Milanese classe 1974, è giornalista pubblicista. Dal 2004 segue la Coppa del Mondo di sci, dal 2007 lavora con la Mulatero Editore. È responsabile sito web e area agonismo di Race Ski Magazine e inviato sul campo. Accreditato a tre Olimpiadi invernali: Torino, Vancouver e Sochi. Quando non è sulla neve, pedala...

1 COMMENTO