Alpi Occidentali, il bilancio di Matteo Ponato

0
1141

Grande stagione con Riorda, Parola e Poncet

Una grande stagione quella del Comitato Alpi Occidentali: nel settore maschile un’annata sopra ogni aspettativa. In slalom ad esempio l’AOC è stato il Comitato da battere, basti pensare ai risultati di squadra a Sestriere ed Abetone. Veniamo all’analisi del coach Matteo Ponato: «Partiamo dal ’93 tesserato con lo Ski College Limone Luca Riorda. Un’altra stagione positiva per Luca dopo che già ha sfiorato l’ingresso in azzurro. Un podio Grand Prix, nonostante è stato fermo qualche settimana per infortunio. Atleta polivalente, aspettiamo le ultime notizie dalla FISI in quanto potrebbe essere inserito nell’orbita della squadra nazionale giovanile. Aspettiamo. Sempre Ski College e ’93 ecco Alberto Parola. Ha stupito tutti per una stagione davvero sopra le righe, fra i migliori fuori squadra nel circuito Grand Prix, dove ha fatto anche un podio. Atleta polivalente, è mancato forse un po’ in gigante. Classe ’92 e tesserato per il Sestriere ecco Federico Poncet, davvero il migliore nostro atleta nelle specialità tceniche e davvero competitivo in slalom grazie a due podi Grand Prix. A livello ’92 davvero fra i migliori slalomisti in circolazione. Peccato per il ’92 griffato Ski Team Cesana Giacomo De Marchi, in quanto nonostante sia partito forte si è fermato quasi un mese per la rottura di un polso. Classe ’95 e tesserato per il Mondolè ecco Andrea Squassino, bronzo in libera agli Aspiranti. Uno dei migliori di questa categoria, punto molto su Squassino il prossimo anno. ’95 e tesserato Sauze c’è Edoardo Stefanati discreta stagione anche se condizionata per un infortunio ad un occhio e con un conseguente stop per tre settimane. Del ’94 e griffato Sestriere c’è Steven Giuliano. E’ cresciuto in slalom, anche se la sua disciplina è il gigante. Ha margine, va solo forte però sul duro. Medesimo discorso per il ’96, Ski College, Paolo Bonardo. Sempre ’94 e Ski College Limone Nicolò Cerbo, cresciuto in velocità, un po’ indietro in slalom. Non bisogna dimenticare la buona stagione del FuturFisi Michele Gualazzi, miglior Junior punteggiato in gigante e ottimo sesto ai Campionati Italiani Assoluti. Fra i fuori squadra da citare è sicuramente Lorenzo Teglia, ’95 del Sestriere. Davvero una bella stagione la sua». 

Articolo precedenteDeville: riposo, aspettando la riscossa
Articolo successivoDada non si ferma mai
Gabriele Pezzaglia
RESPONSABILE WEB - Milanese classe 1974, è giornalista pubblicista. Dal 2004 segue la Coppa del Mondo di sci, dal 2007 lavora con la Mulatero Editore. È responsabile sito web e area agonismo di Race Ski Magazine e inviato sul campo. Accreditato a tre Olimpiadi invernali: Torino, Vancouver e Sochi. Quando non è sulla neve, pedala...