Alexandra non molla mai

1

Les 2 Alpes Live – Coletti: «Sto bene, avanti fino ai Giochi»

Entusiasmo, voglia di fare, grinta e determinazione. E’ una Alexandra Coletti davvero motivata quella che abbiamo incontrato sul ghiacciaio francese di Les Duex Alpes, mentre era intenta a cimentarsi in superG. Alle Olimpiadi di Sochi si era maciullata il tallone in otto pezzi e durante l’intervento chirurgico i medici hanno introdotto una placca con sette viti. Il recupero è stato difficile, doloroso e lungo. Ma Alexandra non ha molltato e lo scorso inverno è stato un buon anno agonistico. «E’ vero, la mia stagione migliore da sei anni, anche se la preparazione estiva non è stata ottimale. Ora sto bene, il piede da sempre un po’ fastidio ma è normale. Ho sempre il materiale dentro e non ho voluto toglierlo perchè volevo finalmente fare una preparazione estiva normale», fa sapere la portacolori del Monaco.

TANTA NEVE IN PROGRAMMA – Dopo la stagione agonistica Alexandra Coletti è stata in vacanza tre settimane negli Stati Uniti in compagnia anche di Lara Gut. «Al rientro, ad inizio maggio, ho subito iniziato la preparazione atletica. Poi siamo stati allo Stelvio dal 28 maggio al 3 giugno. Quindi il raduno a Les Duex Alpes appena terminato durato nove giorni. Fra i vari allenamenti, c’è a settembre ancora in programma la trasferta a Ushuaia e poi a novembre partiremo il 9 per l’America per fare allenamento a Vail e Cooper Mountain. Sono previsti piu o meno settanta giorni di sci fino alla prima prova di Lake Louise. Abbiamo deciso di sciare tanto sopratutto adesso, per recuperare tutto quello che mi è mancato nell’estate scorsa».

LO STAFF – Alexandra ci parla dello staff: «Con il mio staff mi trovo benissimo, c’è una atmosfera ottima, lavoriamo molto bene, con serenità . Non potrei chiedere di più… Questa è la terza stagione che lavoro con Gigi Parravicini che è il mio skiman e aiuto allenatore. Nicola Sasso il fisioterapista, invece Paolo Stefanini è il mio allenatore da due anni».

ETERNA – Alexandra ama la sua professione e non ha certo in testa il fatto di dover mollare. Anzi. «Ho ancora tanto entusiasmo. Non ho mai mollato,anche con tutti gli infortuni, gli alti e bassi, ma lo sci è la mia passione, è quello che mi piace fare. Ho ancora tanto da dimostrare, voglio arrivare al 100% delle mie capacità e vedremo dove potò arrivare. Ho trentuno anni, non sono più giovanissima è vero, ma nella velocità c’è bisogno d’esperienza. E poi fisicamente sto bene, ma il vero segreto è la voglia di lottare ancora. L’età è un dettaglio, avanti allora almeno fino alle Olimpiadi del 2018», chiude la velocista del Monaco, .

1 COMMENTO

  1. Di Alexandra ho un bel ricordo di 10 anni fa quando,atleta ancora "limonese" in squadra nazionale italiana aveva premiato,proprio a Limone,mio figlio come vincitore della selezione del Pinocchio. E dopo la premiazione,mentre eravamo ancora tutti in piazza a parlare della giornata,gli aveva fatto nuovamente i complimenti. Atleta sicuramente validissima,credo anche io che non abbia ancora dato il 100% delle sue possibilità,quindi forza Alexandra,anche se non più con i colori italiani