Aggiornamento – le condizioni di Siegmar Klotz

0
618

Seguiamo la situazione dell'atleta azzurro caduto a Kitzbuehel

Aggiornamento, 24/1 ore 13.30Siegmar Klotz è stato dimesso in tarda mattinata dall’ospedale di St.Johann e tutt’ora è in viaggio verso l’Italia. Dovrà stare fermo sei settimane, a causa della frattura del polso sinistro e per i vari traumi a livello addominale, cervicale e dorsale. Eccolo Siegmar, che abbiamo raggiunto al telefono mentre è ancora in macchina alla volta dell’Alto Adige: "Avverto dolori all’addomme, al collo e alla  schiena, per quanto riguarda il trauma alla testa è tutto sotto controllo. Sei settimane di stop? Spero meno…Non ricordo praticamente nulla della caduta, anche se in volo non avevo la sensazione di farmi male…" Aggiornamento, 23/1 ore 9.30 Siegmar Klotz ha trscorso la notte in ospedale senza particolari problemi. "Ho sentito questa mattina Siegmar, mi ha detto che ha riposato bene, un segnale positivo. Adesso in tarda mattinata mi consulterò con i medici di St.Johann", fa sapere il dott. Andrea Panzeri dalla vicina Kitzbuehel.

Aggiornamento, ore 15.30 – ecco il comunicato ufficiale della FISI
«Siegmar Klotz, altoatesino di 23 anni, caduto in maniera spettacolare sulla Streif non ha riportato conseguenze di particolare gravità.
L’esito degli esami a cui è stato sottoposto all’ospedale di St. Johann ha evidenziato per l’altoatesino un trauma cranico di moderata entità, un trauma toraco-addominale minore, la distorsione del rachiude cervico-dorso-lombare e la frattura composta del polso sinistro.
La prossima notte, Klotz sarà tenuto in osservazione – come è prassi nei casi di trauma cranico – presso l’ospedale di St. Johann. Domenica sarà dimesso e potrà rientrare a casa
».

Aggiornamento ore 15 –
Più grave del previsto l’incidente che ha visto coinvolto Siegmar Klotz: i primi accertamenti  hanno messo in luce la frattura del polso sinistro, un trauma cranico e un trauma distorsivo rachide-cervicale e lombare. Il velocista altoatesino rimarrà almeno una notte in ospedale.
 

Articolo precedenteMattia Casse, primo podio in Coppa Europa
Articolo successivoRavetto, traballa la panchina?
Gabriele Pezzaglia
RESPONSABILE WEB - Milanese classe 1974, è giornalista pubblicista. Dal 2004 segue la Coppa del Mondo di sci, dal 2007 lavora con la Mulatero Editore. È responsabile sito web e area agonismo di Race Ski Magazine e inviato sul campo. Accreditato a tre Olimpiadi invernali: Torino, Vancouver e Sochi. Quando non è sulla neve, pedala...