Ad Aare tutto pronto per le gare, temperature alte

0

Brignone: «Tempo variabile». Venerdì gigante in notturna, sabato slalom

Secondo weekend di Coppa del Mondo per Aare, in questa stagione, dopo quello di metà dicembre con i successi di Tina Maze in gigante e Maria Pietilae-Holmner in slalom. La località svedese che organizzerà i Mondiali di sci alpino del 2019 (dopo averlo già fatto nel 2007), ha accolto le atlete con paesaggio ancora invernale, ma temperature per il momento un po’ alte. Le previsioni sono ottime per venerdì, quando si disputerà il gigante in notturna, e sabato, slalom speciale al mattino. 

FEDERICA BRIGNONE – «Tempo variabile da due giorni – ci spiega Federica Brignone da Aare -. Piove, un istante dopo nevica, quindi spunta il sole. Fa molto caldo, la neve per ora è ‘zucchero’ e si spacca abbastanza, in allenamento. Stanchezza? Non mi sento stanca, ho fatto sempre doppia disciplina in questi due giorni di lavoro». 

ITALIA – La squadra di Livio Magoni, dopo gli allenamenti in Val di Fassa, è partita martedì alla volta della Scandinavia, da Milano/Linate. In gigante gareggeranno Federica Brignone, Nadia Fanchini, Irene (che rientra nel primo gruppo di merito) ed Elena Curtoni, Manuela Moelgg, Nicole Agnelli, Marta Bassino, Sabrina Fanchini, Francesca Marsaglia. Al momento, quattro azzurre sono tra le prime 25 della classifica tra le porte larghe, dunque qualificate per le Finali di Meribel, ovvero Brignone, Nadia Fanchini, Irene Curtoni e Moelgg. Ma con un risultato tra le prime 10/15, anche Agnelli (la più avanti in graduatoria tra queste ragazze), Bassino, reduce tra troppe uscite, Marsaglia (in crescendo di forma) e persino Elena Curtoni (cui servirebbe un ingresso tra le prime 8) potrebbero andare nella Savoia francese settimana prossima. Bisogna provarci e crederci. In slalom, ecco Chiara Costazza, Irene Curtoni, Manuela Moelgg, Federica Brignone, Nicole Agnelli e Sabrina Fanchini, che a Maribor si qualificò per la seconda manche in gigante, per poi uscire, purtroppo, nella seconda. Al momento attuale sarebbero qualificate per le finali Costazza, Irene Curtoni, Moelgg.   

 

Articolo precedente'Batti': 'Bene il superG, ora una medaglia in discesa'
Articolo successivoAbetone, Ronci graffia sempre. Fantino nel GPI Senior
REDATTORE - Milanese, 39 anni, laureato in Lingue, sposato con Laura e papà di Giulia, appassionato di tanti (troppi) sport da sempre, amante delle discipline americane, è transitato attraverso esperienze nei quotidiani (Il Giorno, per il quale scrive ancora, Tuttosport, freepress), in Radio (Radio 24, AGR), Internet (Leonardo) e dal 2009 ha trovato la sua dimensione come telecronista di diverse discipline (sci, nuoto, tuffi, scherma, pallavolo, pallanuoto ecc.) su Eurosport Italia. Ma continua ad amare anche la scrittura alla follia e dall'aprile 2014 collabora con Race ski magazine