Aare, tocca allo slalom maschile. Dentro Borsotti

0

Presentazione slalom Aare – Sarà ancora Hischer contro Kristoffersen?

Sulla Olympia di Aare il secondo slalom della stagione. Dopo lo slalom lappone di Levi, si rimane al Nord: tocca alla Svezia recuperare infatti la gara cancellata in Val d’Isere. I nostri ragazzi cercano conferme dopo la positiva prima uscita: è vero, è mancato il podio, ma il primo slalom ha dato segnali confortanti.

AZZURRI – Gli acciacchi non mancano, in particolare per Stefano Gross, ma tutti hanno voglia di continuare a mettersi in mostra dopo i segnali positivi fatti vedere sulla ‘Levi Black’. Con ‘Sabo’, al via l’eccellente Patrick Thaler, i redivivi Giuliano Razzoli e Cristian Deville, un Riccardo Tonetti davvero in forma, un Giordano Ronci in cerca della prima qualifica nella massima serie e Giovanni Borsotti. Niente slalom per Roberto Nani, reduce da un brutto gigante. Le cause? Una spossatezza di fondo a causa di un viaggio infinito (dall’America sono arrivati martedì ma non hanno raggiunto subito la Svezia, bensì solo alla vigilia) e forse anche qualche problema di adattamento con i materiali. Robi è tornato oggi in Italia, anche perchè gli altri gigantisti sarebbero volati in Italia solo domani sera. Così si potrà riposare meglio a casa in vista della Badia, appuntamento a questo punto fondamentale per la compagine delle ‘porte larghe’.

MARCEL CONTRO HENRIK – Assisteremo ancora con molta probabilità al derby fra Marcel Hirsher ed Henrik Kristoffersen. E poi fra i favoriti, anche se sembrano una spanna sotto, i tedeschi Felix Neureuther, Fritz Dopfer e Philipp Schmid. E poi occhio alla Svezia che gioca in casa: Andre Myhrer, Matthias Hargin e attenzione ad Anton Lahdenperae e Calle Lindh. E poi i giovanotti elvetici, a Levi ha fatto bene Daniel Yule.

PISTA, TRACCIATURA E ORARI – La pista Olympia per lo slalom non è particolarmente difficile. Tuttavia le neve sarà dura, questa mattina -17, anche se questa sera su Aare nevischia. E come per il gigante ci sarà da adattarsi fra dossi e contropendenze. La tracciatura di Stefano Costazza è regolare e a 10.50 -11 metri. Prima manche ore 10.30 e seconda 13.30 con diretta tv su Rai Sport ed Eurosport.