AAA (serio) candidato alla presidenza FISI cercasi

12
1144

Elezioni FISI – Gancia si ritira, Conci sembra troppo timido

Metà gennaio, siamo a due mesi e mezzo dalle elezioni federali e la situazione si fa preoccupante. Poche idee e confuse. Nei giorni successivi al pronunciamento del TAR sul ricorso dell ex-presidente Morzenti sono fiorite una serie di candidature, che al momento però sembrano rivelarsi poco solide. Il primo ad esprimersi è stato l’imprenditore piemontese Lamberto Gancia, che ha convocato un incontro a Verona l’11 gennaio scorso per discutere di progetti e programmi. Primo passo falso: un potenziale ‘uomo nuovo’ che si è circondato, tra gli altri, di nomi già visti nell’ambiente. L’usato sicuro federale, insomma, tra presidenti di Comitato e cariche nei principali sci club. È di oggi, però, la notizia sul sito che sostiene la sua candidatura dell’uscita di scena.
«Ho chiarito da subito che per me la condizione essenziale per accettare una carica così prestigiosa ed importate passa attraverso il consenso, la trasparenza ed il gioco di squadra. Se questo non c’è come mi sembra di star vivendo con la presenza di varie candidature alterante alla mia allora non mi interessa procedere su questa strada. Non sta a me però giudicare il profilo di chi si candida ma agli sci club che sono i veri azionisti ed il patrimonio della federazione». Questa la sua dichiarazione. E dunque? Una mossa per mobilitare l’ambiente, oppure una ritirata elegante? Staremo a vedere. Partenza ad handicap anche per l’altro candidato Lorenzo Conci. Il Comitato Trentino, da cui Conci stesso proviene, non ha gradito la presentazione del programma senza essere avvisato o coinvolto nella fase preliminare. Insomma, una zappata sui piedi per cominciare. Anche lui, però, ha mostrato un po’ di incertezza e non sembra una figura così autoritaria da prendere le redini della federazione nella situazione in cui versa. Si è ‘mormorato’ nell’ambiente anche di uno scambio di telefonate tra Conci e Gancia la settimana scorsa. Sintetizziamola così: «Ci mettiamo insieme, facciamo qualcosa insieme? Parliamone. No, però io voglio fare il presidente. Anch’io voglio fare il presidente. Nulla di fatto, dunque, amici come prima». Fantapolitica? Forse. Comunque un altro segnale che ‘stona’: si vuole lavorare per la FISI o fare il presidente per lustro personale? La passione di cui abbiamo letto nei primi stralci di programma di questi candidati passa solo dalla poltrona presidenziale e dall’esposizione mediatica che questa assicura? Il fronte ‘romano’ poi, nonostante sia circolato il nome di Nattino, sembra veramente privo di appeal, soprattutto in un momento di grave mancanza di fiducia nella politica e di chi, in un modo o nell’altro, ne faccia parte.
C’è poi il solito aspetto legato alla necessità di un presidente a tempo pieno. Nei giornio scorsi Dino Meneghin ha annunciato che non si ricandiderà alla presidenza della FIP (federazione italiana pallacanestro) perché è un mestiere da fare con professionalità e full-time. Due aspetti che difficilmente si associano con il volontariato soprattutto per soggetti in età lavorativa.
Siamo alle solite. Mancano le idee, manca coraggio. E la FISI va avanti con un commissariamento rigido che, piano piano, finirà per stritolare l’attività alla base. Nell’ambiente, intanto, sia tra gli atleti che tra i tecnici delle squadre, inizia a serpeggiare una vaga nostalgia di Morzenti. Si stava meglio quando si stava peggio?
 

12 COMMENTI

  1. Da tuttosport di oggi : " Carraro perentorio , martedi esclude Morzenti "……..E adesso fate tutte le vostre considerazioni , io faccio la mia " affondata la corazzata / carretta del mare , Potyomkin – Bortoluzzi " …….Si sà sono di parte……

  2. Davide sono assolutamente d'accordo . Il problema del " mi dai i voti e ti do la sedia " sarà ancora più implementato visto che alle prossime elezioni si voterà con il nuovo statuto….10 consiglieri , 1 tecnico , 1 rappresentante degli atleti e il Presidente. Te li vedi i maggiori Comitati spartirsi le 7 sedie….? Si deve cambiare letteralmente il sistema di voto , tutto online e votano i tesserati senza deleghe " forzate " dai presidenti ( minuscolo se si comportano così… ) e senza possibilità di brogli, il voto ai tesserati che vivono sul territorio , che del territorio si occupano e che sono la BASE. Penso che solo così si possa ovviare alle "sollecitazioni " politiche….

  3. Ciao Speranza, il tuo nick è tutto un programma. Sai qual è il problema principale? Che il voler di popolo non conta in questo genere di elezioni. Decidono i Comitati e i grandi club. Per cui i tuoi 'timori' potrebbero avere un fondamento. Urge anche in campo federale sportivo una riforma del sistema di voto, in cui scompaia (almeno in parte) il vecchio concetto del "se mi dai i tuoi voti io ti prometto che…". Staremo a vedere.

  4. Carissimo Davide , sono d'accordissimo sulla " netiquette " e mi scuso se qualche volta utilizzo i caratteri maiuscoli, sono anche d'accordo sulla vostra assoluta imparzialità e per dovere di informazione , riportare quale é il " sentire " di qualche addetto ai lavori o atleta o tecnico che sia … La mia unica paura ( e questo si evince da tutti i miei post ) , é che ce ne siano tanti che dicono " si stava meglio quando si stava peggio " e così adesso definitivamente sanno tutti da che parte stò…..Per concludere spero vivamente che il " condannato in 1° grado di giudizio " ( devo scrivere così altrimenti qualcuno si arrabbia )…non si possa più affacciare alla ribalta della FISI , di danni ne ha fatti troppi e se la base veramente , dico VERAMENTE , lo rimpiange , beh contro il voler del popolo , nulla deve contar avverso. Scusate nuovamente le maiuscole.

  5. Buongiorno Andreini,
    un paio di precisazioni. La premessa è che la 'netiquette' indica scrivere in lettere maiuscole nelle comunicazioni via web come urlare. Non amo le persone che urlano, lo ritengo poco educato e poco rispettoso delle opinioni altrui. Detto questo, le faccio presente che ben prima della presentazione della candidatura abbiamo pubblicato ben due interviste a Conci in cui annunciavamo e anticipavamo i contenuti del programma poi presentato ai media. Basta guardare alla voce 'contenuti correlati' nell'articolo sopra.
    In quanto alle altre 'accuse' mi permetto di ricordarle che questo è un articolo di fondo, a firma del direttore, in cui sono espresse – appunto – opinioni personali che non sono necessariamente tenuto a motivare. La valutazione è naturalmente sull'approccio politico federale, non certo sulla persone in sé. In quanto al nostro lavoro, siamo convinti di farlo nei canoni della massima correttezza, dando voce a tutti e non schierandoci a favore o contro nessuno. Non ho mai creduto negli 'house-organ' che si fanno portavoce di parte e si schierano con qualcuno. Purtroppo nel nostro settore è all'ordine del giorno, ma non fa parte della nostra deontologia. Nemmeno nel caso di Morzenti: erroneamente qualcuno ha voluto vedere Race in contrapposizione con l'ex-presidente. Abbiamo semplicemente evidenziato ciò che stava succedendo, evidentamente non positivo per la FISI. Non facciamo politica, cerchiamo di fare informazione. Infine, una nota per pescaemare. Le assicuro che ho sentito più di una persona (situazione riportata anche dai nostri collaboratori 'sul campo') sostenere che 'almeno quando c'era Morzenti…'. Anche in questo caso mi limito a riportare la voce senza alcun commento. Non abbiamo scritto che noi abbiamo nostalgia di Morzenti, ma che nell'ambiente c'è qualcuno che ce l'ha… Saluti a tutti

  6. DIMENTICAVO: PERCHE' GIA' DAL TITOLO BOCCIATE CONCI?????? A MIO AVVISO E' POCO CORRETTO ESPRIMERE UN'OPINIONE DEL TUTTO PERSONALE DI CHI SCRIVE SU UN CANDIDATO.
    MAGARI E' DAVVERO TIMIDO, MAGARI NO. Vorremmo leggere una sua intervista (e magari deglie altri candidati) e magari farci noi un'idea. Non è questo il vostro lavoro?
    Con massimo rispetto, Andreini

  7. Amici di Race, al momento l'unico ad avere un programma è CONCI. In che senso "non sembra una figura così autoritaria"? E' opinione di chi scrive? Per favore motivate questa opinione, altrimenti la fantapolitica la fate voi. "Incertezza"? Ha fatto il programma ed inviato a diversi media. Sembra l'opposto di incertezza.
    MA IL PEGGIO LO LEGGO NELL'ULTIMA FRASE..PROPRIO DA VOI, CHE AVETE CON CORAGGIO EVIDENZIATO LE PECCHE DELLA GESTIONE MORZENTI. NON DIMENTICHIAMO CHE SE LA FISI è NEI GUAI (ASPETTI FIS, SPONSOR, CREDIBILITà, ECC. ECC.) LO DOBBIAMO AL "CONDANNATO", COME AMA CHIAMARLO QUALCHE AMICO..

  8. Che qualcuno nell'ambiente rimpianga il pres.Morzenti…. mi sembra grossa…. ma qualcuno che parli di riorganizzazione?
    Avete fatto un bellissimo articolo su come é organizzata la federazione svizzera, spero che l'indagine prosegua così approfondita magari analizzando l'Austria, la Francia non mi ricordo se l'avete gia analizzata….. a questo punto… non resta che farvi promotori di una campagna di "copia/integrazione" e il gioco è fatto!!!