A Svindal il superG di Lake Louise, Innerhofer quarto

0

Innerhofer quarto a trenta centesimi dal podio

Secondo giorno di gare a Lake Louise con il superG sulla pista Olympic. Una gara che nelle prime fasi è stata più volte interrotta per il vento e altri inconvenienti, corsa tra nebbia e neve dal cielo. La vittoria è andata ad Aksel Lund Svindal che si è imposto in 1.28.53. Super Austria alle spalle del norvegese con Mayer secondo (+ 0.24), Streitberger terzo (+ 0.38), Reichelt sesto (+ 0.80), Franz settimo (+ 0.82), Puchner ottavo (+ 0.85).

INNER C’E’ – Ottimo quarto posto di Christof Innerhofer a 30 centesimi dal podio. Bella discesa la sua con un buon finale, come buona è stata la prova di Peter Fill, ottavo a pari merito con Puchner. Matteo Marsaglia (+ 1.65) è ventesimo, con un ‘fuori linea’ su un curvone, Dominik Paris venticinquesimo (+ 1.75), Werner Heel ventisettesimo (+ 1.84), non a suo agio sulla Olympic, Siegmar Klotz ventinovesimo (+ 1.88), Silvano Varettoni quarantaseiesimo (+ 2.71), Mattia Casse cinquaseiesimo (+ 3.28).

CORAGGIO FEUZ – Da segnalare il quattordicesimo posto (+ 1.42) dello svizzero Beat Feuz, rientrato nella discesa di ieri dopo il lungo stop che sembrava compromettere la sua carriera agonistica. Ventitreesimo Bode Miller (+ 1.74), insieme a Ivica Kostelic, mentre è uscito Ted Ligety. 

Articolo precedenteRulfi: 'Magico Paris ma anche la squadra c'e''
Articolo successivoImmenso Domme
RESPONSABILE WEB - Milanese classe 1974, è giornalista pubblicista. Dal 2004 segue la Coppa del Mondo di sci, dal 2007 lavora con la Mulatero Editore. È responsabile sito web e area agonismo di Race Ski Magazine e inviato sul campo. Accreditato a tre Olimpiadi invernali: Torino, Vancouver e Sochi. Quando non è sulla neve, pedala...