A Levi sono arrivati anche gli sci delle nostre atlete

1
114

Inizia con un po' di vicissitudini l'avventura azzurra a Levi

La delegazione azzurra a Levi, per quanto riguarda lo slalom femminile, è guidata dal direttore tecnico Much Mair e dagli allenatori Christian Thoma e Paolo Deflorian. Abbiamo sentito proprio ‘Deflo’ per farci raccontare la situazione in Lapponia. «Ci sono stati un po’ di problemi con i bagagli all’aeroporto. Non sono arrivati gli sci e l’attrezzatura, così abbiamo dovuto rivedere i programmi. Dato che la stessa cosa è successa anche ad altre squadre, l’organizzazione ha dovuto ‘rischedulare’ il tutto». Fortunatamente alle otto sono stati consegnati in albergo gli sci delle azzurre, che in mattinata sono così scese in pista per l’allenamento. Dalle 13 alle 13,30 si è poi svolta la tradizionale sciata in pista sul pendio di gara. «Stanno tutte bene, il morale è alto e c’è voglia di fare una buona gara. Le condizioni sembrano buone, anche se la neve non è durissima: alla fine hanno deciso di non ‘barrare’, per cui il tratto ripido è ben compatto, mentre la parte finale, pianeggiante, è più morbida. Nel pomeriggio lavoreranno ancora per perfezionare il tutto». Anche la tracciatura è slittata a domani mattina: prima manche a cura dei tedeschi, seconda per i francesi. Alle ore 17 è prevista la riunione di giuria: se sarà confermata l’assenza di Kathrin Zettel, alle prese con l’influenza, saranno tre le azzurre in primo gruppo, dato che a Gius e Costazza si aggiungerebbe anche Manuela Moelgg.

1 COMMENTO