A Kitzbuehel Giorgio Rocca annuncia l'addio alle gare

1
135

"La mia carriera finisce qui"

Ci ha provato sino alla fine, poi ha detto basta. Giorgio Rocca a Kitzbuehel ha deciso di chiudere la carriera: «A Kitz ho fatto il primo podio in slalom (terzo nel 1999, ndr), a Kitz ho voluto annunciare il ritiro dell’attività agonistica. Il perché lo sapete: dopo la visita in Finlandia, il professor Sakari Orawa (lo stesso che aveva operato Fill, ndr) ha detto avrei dovuto farmi operare entro tre settimane per il pieno recupero. L’altra soluzione era quella di intensificare la fisioterapia per arrivare ai Giochi Olimpici, ma con l’incognita della mie condizioni fisiche. Avevo già deciso di chiudere la carriera a fine stagione, dopo Vancouver. Ma andare ai Giochi Olimpici solo per fare presenza non era la soluzione migliore. Così mi fermo adesso. E non mi faccio neppure operare». Quale futuro per Giorgio? Arriva la domanda di Claudio Ravetto, "prenderai il mio posto?" (non è un segreto che il nome di Giorgio circoli come possibile ct il prossimo anno), ma Giorgio non si sbilancia: «Intanto faccio il papà a tempo pieno. Poi non ho ancora deciso, mi piacerebbe rimanere in questo mondo, magari con i giovani. Chissà, anche con la Federazione».

1 COMMENTO

  1. è giunta l'ora di mettere fine ai se e ai ma e non resta che inchinarsi di fronte ad un uomo che è esempio per tutti e ad un atleta che a suon di risultati si è conquistato uno spazio rilevante nelle storia dello sci italiano e non