A Di Ronco la prima tappa del Grand Prix

0
884

«Questo anno per me è decisivo, voglio finalmente emergere»

Jacopo Di Ronco, classe ’90, friulano di Paluzza, è un atleta del gruppo sportivo della Forestale: si è aggiudicato la prima tappa del circuito Grand Prix, la novità dello sci italiano, ossia il circuito che per la prima volta unisce gli atleti che abitualmente si cimentavano nelle Fis Giovani e quelli dei gruppi sportivi militari che si confrontavano in Coppa italia. Un nuovo circuito, più stimolante, più avvicente, insomma più vero. A Di Ronco il secondo slalom di Bormio, ma solo quello di questa mattina valeva come Grand Prix. Il forestale si gode il successo. Sembra più maturo, più consapevole: «Sono contento di aver vinto, adesso sono pronto per continuare su questa strada. Voglio rientrare in squadra, anche se con la Forestale mi trovo molto bene, e devo iniziare ad andar forte in Coppa Europa. Vedo i Casse, i Borsotti, atleti cresciuti con me. Loro ora sono in Coppa del Mondo, io mi sono un pò perso, certo anche a causa di infortuni. Questo anno sarà decisivo, ho un grande desiderio di riemergere. Intanto mi sono operato alla schiena ad aprile e sto finalmente bene. Insomma, sono pronto per dimostrare il mio valore». Il Grand Prix vede in seconda piazza Nicola Rota, ottavo assoluto, del Goggi, quindi terzo Giulio Bosca, undicesimo assoluto, dell’ Esercito. Quarto Grand Prix, tredicesimo assoluto, ma primo Giovane Giordano Ronci, Eur.